Usare i 5 sensi è una semplice strategia per vincere lo stress. È un modo speciale per sincronizzare olfatto, vista, udito, gusto e tatto agli stimoli rilassanti e disintossicanti; aiuta a calmare la mente e attenuare il rumore dei nostri pensieri. È, in breve, una tecnica difensiva che stimola il cervello e induce pace e benessere.

A volte i gesti più semplici offrono i risultati migliori. Per quanto riguarda la gestione dello stress, esistono molte teorie, terapie, approcci che hanno lo scopo di dare la priorità o migliorare il focus dei nostri pensieri. Sono tutti strumenti validi, tuttavia, in alcune circostanze le strategie più elementari funzionano meglio.

Le nostre esperienze ed emozioni possono variare a seconda di come usiamo i nostri sensi: se li facciamo interagire con gli stimoli rilassanti, favoriamo l’armonia interiore.

Una di queste tecniche consiste semplicemente nel fare buon uso di quanto ci viene offerto dalla natura: il nostro corpo, i nostri meravigliosi 5 sensi. Non è forse vero che a volte li mettiamo a tacere, che dimentichiamo il loro potere? Infatti, non sempre siamo coscienti delle informazioni che ci trasmettono, della loro energia, di quell’universo affascinante fatto di sensazioni e percezioni con cui organizziamo la nostra realtà.

La terapia della Gestalt, ad esempio, ci ricorda che i sensi sono la porta d’ingresso delle nostre emozioni. Grazie a essi, ci relazioniamo e decidiamo quali informazioni lasciar passare e quali no. Riuscire ad armonizzarli ci permette di raggiungere uno stato di ” riconciliazione interna” attraverso cui poter gestire meglio lo stress. Vediamo come ottenerla.

Come usare i 5 sensi per vincere lo stress

1. Olfatto

L’odore dell’erba tagliata, del mare all’alba, di una torta appena sfornata, il profumo della pioggia sulla terra asciutta, l’odore delle matite colorate nel portapenne… Sono ancore che ci legano al passato, a momenti felici della nostra vita. Questo tesoro si deve a un elemento concreto e affascinante: l’olfatto, una porta d’ingresso privilegiata sul nostro mondo emotivo. 

Dal punto di vista fisiologico, possiamo notare che la corteccia olfattiva primaria è collegata all’ippocampo e all’amigdala, due strutture cerebrali intimamente legate alle emozioni. Per gestire meglio lo stress, dunque, uno strumento da sempre di grande aiuto è l’aromaterapia, ovvero entrare in contatto con profumi dall’effetto rilassante.

Eccone alcuni:

  • Lavanda
  • Vaniglia
  • Eucalipto
  • Menta
  • Melissa
  • Tè al gelsomino
  • Geranio
  • Olio essenziale di Ylang Ylang.

 

2. Colori rilassanti

Quando si tratta di usare i 5 sensi per vincere lo stress, non possiamo sottovalutare il potere del senso che usiamo di più: la vista. Che ci crediate o no, l’ambiente circostante, la mancanza di armonia, così come il disordine o la presenza di alcuni colori dominanti possono intensificare la sensazione di stress e ansia.

Dovremmo organizzarci in modo che negli ambienti che frequentiamo sia sempre presente uno stimolo visivo rilassante per riposare gli occhi di tanto in tanto. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Sistemate una pianta fiorita davanti alla finestra più vicina.
  • Appendete poster o quadri con immagini di fiumi, oceani, pioggia, etc.
  • Secondo alcuni studi, il colore azzurro è il più terapeutico: genera calma e benessere.

3. Gusto

Probabilmente molti di voi saranno d’accordo: uno dei modi migliori per rilassarsi è soddisfare il palato con una gustosa tazza di cioccolata o qualsiasi altro cibo che contenga questo prodigioso ingrediente. Tuttavia, è bene sottolineare un aspetto fondamentale: per ridurre lo stress mediante il gusto, bisogna imparare ad assaporare, ovvero mangiare lentamente, produrre saliva, fermare per un momento l’orologio.

Inoltre, i dolci non hanno l’esclusiva; esistono altre opzioni, forse più idonee, per contrastare lo stress:

  • Avocado
  • Uva
  • Avena
  • Mela
  • Tè verde
  • Mirtilli
  • Banana
  • Mandorle
  • Salmone

4. Il suono dell’armonia, la calma del silenzio

Viviamo in un mondo sprofondato in suoni di ogni tipo, rumori che spesso superano i decibel consentiti e che ci impediscono di “ascoltare” quell’elemento tanto prezioso e catartico per il cervello: il silenzio.

Utilizzando i 5 sensi per vincere lo stress, non possiamo trascurare l’udito. Per ottenere l’indispensabile relax, possiamo scegliere due modi. Il primo è ascoltare musica e canzoni in grado di suscitare in noi emozioni positive, come la gioia, la nostalgia, la motivazione, il superamento…

Il secondo è ascoltare suoni rilassanti: il rumore della pioggia, il canto delle balene, il rumore bianco, il vento tra gli alberi, etc.

5. Il tatto: il senso che ci fa sentire vivi

La pelle è una superficie cosparsa da migliaia di recettori in attesa di essere stimolati. Una carezza, l’acqua calda, la brezza marina, le lenzuola pulite, galleggiare, l’abbraccio di una persona cara che ci avvolge e raggiunge la nostra anima… L’essere umano ha bisogno di contatto, la pelle è ansiosa di essere stimolata tutti i giorni e in modo piacevole; è essenziale “regalarle” queste esperienze ogni volta che possiamo.

La mancanza di stimoli tattili genera fame sensoriale: una sensazione di vuoto che intensifica lo stress. Basta, però, una semplice doccia rilassante, un abbraccio, per smorzare le paure, le tensioni, l’ansia.

In conclusione, usare i 5 sensi per vincere lo stress non solo è possibile, ma necessario per una migliore relazione con il proprio ambiente circostante. Si tratta di scegliere gli stimoli più adatti a favorire l’equilibrio interiore, il benessere e la percezione del mondo intorno a noi.

via La Mente Meravigliosa