Oggi capiamo quanto fortemente il colore influenzi la nostra percezione del mondo.

Ma due secoli fa questo non era ovvio.

Uno dei primi che affrontò seriamente la teoria del colore fu il grande Goethe.

Nel 1810 pubblicò i suoi Insegnamenti sul colore, frutto di diversi decenni di duro lavoro.

È vero, i fisici hanno reagito scetticamente al suo lavoro, considerando il dilettantismo. Ma l ‘”Insegnamento del colore” era molto apprezzato dai filosofi, da Arthur Schopenguer a Ludwig Wittgenstein. In effetti, da questo lavoro inizia la psicologia del colore. Goethe fu il primo a dire che “i singoli colori evocano stati d’animo speciali”, analizzando questa influenza sia come naturalista che come poeta.

E sebbene negli ultimi 200 anni la psicologia e le neuroscienze abbiano fatto grandi progressi nello studio di questo argomento, le scoperte di Goethe rimangono rilevanti e ampiamente utilizzate dai professionisti, ad esempio in poligrafia, pittura, design e arteterapia.

Goethe divide i colori in “positivo”: giallo, rosso-giallo, giallo-rosso e “negativo”: blu, rosso-blu e blu-rosso. I colori del primo gruppo, scrive, creano uno stato d’animo allegro, vivace, attivo, il secondo – inquieto, morbido e triste. il verde Goethe lo considera il colore neutro.

È così che un grande poeta e un pensatore descrivono i colori.

Giallo

Nella sua massima purezza, il giallo ha sempre una natura leggera e si distingue per chiarezza, allegria e fascino morbido.

In questa fase è piacevole come un ambiente, sia sotto forma di vestiti, tende, carta da parati. L’oro in una forma completamente pura ci regala, specialmente se c’è ancora un luccichio, una nuova e alta idea di questo colore; Inoltre, una tonalità giallo brillante, che sporge su seta lucida, ad esempio su un atlante, produce un’impressione magnifica e nobile.

L’esperienza mostra che il colore giallo produce un’impressione eccezionalmente calda e piacevole. Pertanto, nella pittura, corrisponde al lato illuminato ed effettivo dell’immagine.

Questa calda impressione può essere percepita in modo molto vivido se si osserva un terreno attraverso il vetro giallo, specialmente nei giorni invernali grigi. L’occhio si rallegrerà, il cuore si espanderà, sarà più divertente nell’anima; sembrerà che sia caldo per noi.

Se questo colore è piacevole e gioioso nella sua purezza e chiarezza, nella sua piena potenza ha qualcosa di allegro e nobile, poi, d’altra parte, è molto sensibile e produce un’impressione sgradevole se è sporca o in una certa misura spostata verso i toni freddi . Quindi, il colore dello zolfo, che dà il verde, ha qualcosa di spiacevole.

Rosso-giallo

Poiché nessun colore non può essere considerato invariato, il giallo, che si ispessisce e si scurisce, può intensificarsi fino a diventare di colore rossastro. L’energia del colore cresce e sembra in questa tonalità più potente e bella. Tutto ciò che abbiamo detto sul giallo è applicabile qui, solo in misura maggiore.

Il rosso-giallo, in sostanza, dona all’occhio una sensazione di calore e beatitudine, rappresentando sia il colore di un calore più forte, sia un leggero riflesso del sole al tramonto. Pertanto, è anche piacevole nell’atmosfera e in qualche modo gioioso o splendido nei vestiti.

Giallo-rosso

Come un colore giallo puro si trasforma facilmente in rosso-giallo, così quest’ultimo si innalza irresistibilmente al giallo-rosso. Il sentimento piacevole e allegro, che ci regala un colore rosso-giallo, diventa insopportabilmente potente in un luminoso giallo-rosso.

Il lato attivo raggiunge qui la sua più alta energia, e non sorprende che persone vigorose, sane e dure siano particolarmente contente di questa vernice. La propensione ad essa si trova ovunque tra i popoli selvaggi. E quando i bambini, lasciati a se stessi, iniziano a colorare, non risparmiano cinabro e marmotta.

Basta guardare da vicino la superficie abbastanza giallo-rossa, così che sembrava che questo colore colpisse davvero il nostro occhio. Causa uno shock incredibile e preserva questa azione fino a un certo grado di oscuramento.

L’esposizione di uno scialle giallo-rosso dà fastidio e fa arrabbiare gli animali. Conoscevo anche persone istruite che, in una giornata noiosa, non potevano sopportare di guardare un uomo con un impermeabile scarlatto.

Blu

Come un colore giallo porta sempre una luce, quindi sul blu si può dire che porta sempre qualcosa di scuro con lui.

Questo colore ha un effetto strano e quasi inesprimibile. Come colore è energia; Tuttavia, si trova sul lato negativo e nella sua massima purezza è, per così dire, un nulla eccitante. Combina alcune contraddizioni di eccitazione e riposo.

Al di sopra del cielo e della distanza delle montagne vediamo il blu, quindi la superficie blu sembra l

Il blu evoca una sensazione di freddo in noi, proprio come ci ricorda l’ombra. Le stanze, rifinite in puro blu, sembrano in qualche misura spaziose, ma, in sostanza, vuote e fredde.

Rosso e blu

Il blu si rafforza molto delicatamente in rosso e ottiene qualcosa di efficace da questo, anche se è sul lato passivo. Ma la natura dell’eccitazione da lui provocata è alquanto diversa da quella del rosso-giallo, non tanto rivitalizzante tanto quanto causa ansia.

In una forma molto indebolita, conosciamo questo colore chiamato lilla; ma anche qui ha qualcosa di vivo, ma privo di gioia.

Blu e rosso

Questa ansia aumenta con un ulteriore potenziamento e possiamo forse dire che lo sfondo di un colore blu-rosso saturo perfettamente puro sarà insopportabile. Ecco perché, quando incontra vestiti, su un nastro o su altre decorazioni, è usato in una tonalità molto indebolita e leggera; ma in questa forma, secondo la sua natura, ha un’impressione molto speciale.

Rosso

L’azione di questo colore è unica come la sua natura. Dà anche un’impressione di serietà e dignità, oltre a favore e fascino. Il primo lo produce nella sua forma condensata scura, il secondo – in una forma leggera e diluita. E così la dignità della vecchiaia e la cortesia della gioventù possono essere vestite di un solo colore.

Questo colore crea sempre l’impressione di serietà e grandezza.

Il vetro viola mostra un paesaggio luminoso in una luce orribile. Un tale tono dovrebbe coprire la terra e il cielo nel giorno del giudizio.

Verde

Se giallo e blu, che consideriamo i primi e più semplici colori, quando appaiono per la prima volta nella prima fase, le loro azioni vengono unite insieme, quindi verrà visualizzato il colore che chiamiamo verde.

Il nostro occhio trova in esso una vera soddisfazione. Quando entrambi i colori madre sono nella miscela ,solo in equilibrio in modo tale che nessuno di loro è notato, allora l’occhio e l’anima riposano su questa miscela, come in tinta unita.