La maggior parte delle liste di frasi motivazionali sono dominate da parole di uomini, il risultato di secoli di condizionamento in una società patriarcale. Tuttavia, nel corso della storia ci sono state anche molte donne straordinarie il cui pensiero o azioni hanno contribuito a cambiare il mondo.

Alcune di loro ci hanno ispirato con le loro vite, le scoperte scientifiche, la tenacia nel seguire una passione in un campo che era considerato patrimonio esclusivo degli uomini, la loro lotta per i diritti umani e il loro compromesso.

Grandi donne che ci ispirano con la loro vita o il loro lavoro

1. “Quando una porta della felicità si chiude, un’altra si apre, ma molte volte guardiamo la porta chiusa così a lungo che non vediamo quella che è stata aperta per noi” – Helen Keller

A 19 mesi perse la vista e l’udito in un momento in cui questo rappresentava una condanna. Ad ogni modo, riuscì a superare se stessa diventando un instancabile attivista che combatteva per i diritti delle persone con disabilità.

2. “Riservati il diritto di pensare, anche se hai torto è meglio che non pensare affatto” – Ipazia di Alessandria

Fu la prima donna matematica di cui si ha conoscenza, ma si avventurò anche nel campo dell’astronomia. Migliorò il disegno degli astrolabi primitivi per determinare le posizioni delle stelle e inventò l’idrometro, motivo per cui è considerata un pioniere della tecnologia. Il suo rifiuto di piegarsi al cristianesimo e negare le sue idee la condannò ad una morte atroce.

3. “La cosa più difficile è prendere la decisione di agire, il resto è semplice tenacia” – Amelia Earhart

Fu pioniera dell’aviazione e la prima donna ad attraversare da sola l’Atlantico in volo. Scrisse diversi libri sulle sue esperienze, lottò per i diritti di genere e ispirò altre donne a sviluppare la fiducia in se stesse.

4. “Nessuno può farci sentire inferiori senza il nostro consenso” – Eleanor Roosevelt

La First Lady degli Stati Uniti dal 1933 al 1945, era anche un difensore dei diritti umani e civili. Venne nominata delegata dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite e svolse un ruolo chiave nella stesura della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

5. “Non possiamo sempre fare grandi cose, ma possiamo fare piccole cose con un grande amore” – Madre Teresa di Calcutta

Madre Teresa di Calcutta dedicò la sua vita al servizio dei poveri e dei diseredati, trasformandosi in un’icona globale del servizio disinteressato, fu insignita del Premio Nobel per la Pace nel 1979.

6. “Molti ricevono consigli, ma solo gli intelligenti ne approfittano” – Harper Lee

Questa scrittrice americana scrisse il famoso romanzo “Kill a Mockingbird”, che tratta della sgregazione razziale nel sud degli Stati Uniti negli anni ’30. Nonostante il libro divenne un best-seller negli Stati Uniti e gli portò il premio Pulitzer, la scrittrice preferì sempre l’anonimato e la solitudine, resistendo all’assalto della fama.

7. “Nulla nella vita deve essere temuto, solo compreso. Ora è il momento di capire di più, per avere meno pura”- Marie Curie

Fu la prima donna a ricevere il premio Nobel e la prima persona a vincere il premio Nobel in due diverse categorie. Il primo premio lo ricevette per la ricerca sulla radioattività e il secondo per il suo lavoro in chimica. Contribuì anche a sviluppare le prime macchine a raggi X.

8. “Costruire un muro intorno alla tua stessa sofferenza significa rischiare che ti divori dall’interno” – Frida Kahlo

La pittrice messicana non solo è uno dei grandi esponenti dell’arte del suo paese, ma la sua vita serve anche da ispirazione nei momenti più difficili. Infatti, Frida fu costretta a sottoporsi ad oltre 32 operazioni chirurgiche e, anche così, conservò la forza per andare avanti e continuare a dipingere anche se torturata dal dolore.

9. “Se vuoi essere insostituibile, devi essere diverso” – Coco Chanel

Chanel non è stata solo una delle disegnatrici di moda più innovative, ma ebbe anche un ruolo decisivo nella definizione dello stile femminile nel 20° secolo, aiutando le donne a liberarsi della camicia di forza del tempo.

10. “Ci sono due tipi di persone: quelle che lavorano e quelle che cercano il merito. Cerca di essere nel primo gruppo: c’è meno competizione”- Indira Gandhi

Sebbene il suo ruolo storico non sia privo di controversie, Indira Gandhi fu la prima donna a ricoprire la carica di primo ministro dell’India. Era una grande stratega e pensatrice politica, vedendosi nella necessità di consolidare la sua autorità in una società estremamente patriarcale, diventò una delle donne più potenti del mondo.

11. “L’importante non è quello che ci fa il destino, ma ciò che noi facciamo di lui” – Florence Nightingale

Questa infermiera britannica prestò servizio durante la guerra di Crimea, svolgendo un ruolo fondamentale nel cambiare la percezione della professione infermieristica. La sua dedizione non solo le valse l’ammirazione di coloro che la conoscevano, ma portò anche ad un significativo miglioramento nel trattamento dei soldati feriti.

12. “L’intelletto cerca, ma chi trova è il cuore” – George Sand

Questa scrittrice francese osò fare molte delle cose proibite alle donne del diciannovesimo secolo. Abbandonò il marito e indossò abiti maschili per avere accesso a luoghi che erano proibiti alle donne, in particolare per la sua posizione sociale, dato che era una baronessa.

13. “Ignoriamo la nostra vera altezza finché non ci alziamo” – Emily Dickinson

Una delle poetesse più importanti degli Stati Uniti, trascorse la maggior parte della sua vita in isolamento, ma i suoi poemi audaci e anticonvenzionali segnarono un prima e un dopo nella poesia del XX secolo.

14. “La vera generosità consiste nel donarsi completamente e, anche così, sentire che non ti è costato nulla” – Simone de Beauvoir

Questa filosofa francese nota per la sua relazione con Jean Paul Sartre, ebbe anche un ruolo chiave nel movimento femminista, soprattutto grazie al suo straordinario libro “Il secondo sesso”, in cui riflette su ciò che significa per lei essere donna e denuncia le tradizioni sessiste del tempo.

15. “Quelli che non si muovono non sentono le loro catene” – Rosa Luxemburg

Questa rivoluzionaria marxista cercò di portare la riforma sociale in Germania. I suoi scritti sono una feroce critica dell’imperialismo. Il suo ruolo e la sua influenza furono tali che fu assassinata, dopo un tentativo fallito di provocare una rivoluzione comunista in Germania.

16. “La triste verità è che il male è fatto, il più delle volte, da coloro che non hanno deciso, o non hanno deciso di agire, né per il male né per il bene” – Hanna Arendt

Questa libera pensatrice ebrea-tedesca che dovette fuggire dalla persecuzione nazista rifugiandosi negli Stati Uniti, diventò la maggior studiosa del totalitarismo e le sue idee la trasformarono in uno dei filosofi più influenti del ventesimo secolo, anche se lei cercava sempre di sfuggire a quell’etichetta.

17. “Non permettere mai che l’immaginazione limitata degli altri ti limiti” – Mae Jemison

Questa americana fu la prima donna afro-americana a viaggiare nello spazio. Laureata in medicina, prestò servizio anche in Africa occidentale, in particolare in Sierra Leone e in Liberia. Dopo aver lasciato la NASA, fondò la società che sviluppò i sistemi di telecomunicazione via satellite, originariamente destinati a migliorare le cure mediche nei paesi in via di sviluppo.

18. “Non c’è nessuna barriera, lucchetto o catenaccio che tu possa imporre alla libertà della mia mente” – Virginia Wolf

Questa scrittrice britannica è una delle figure più importanti del modernismo letterario del XX secolo. Scrisse anche saggi che divennero veri e propri stendardi del movimento femminista, in cui fece riferimento alle difficoltà per una donna di dedicarsi alla scrittura in un mondo dominato dagli uomini.


19. “Per vincere una battaglia è possibile che dobbiamo combatterla più di una volta” – Margaret Thatcher

Fu la prima donna a ricoprire la carica di Primo Ministro in Gran Bretagna, dove governò per oltre 10 anni. Le sue decisioni possono essere controverse, ma la verità è che cercò sempre di enfatizzare la responsabilità individuale.

20. “Aiutando gli altri, impari come aiutare te stesso” – Aung San Suu Kyi

Questa politica birmana ha passato anni a combattere per la democratizzazione del suo paese, e ciò gli è valso il Nobel per la pace. La sua lotta è un esempio di tenacia per una causa.

via Angolo della Psicologia