Le persone leggono in media 225 parole al minuto.

Jim Kwik, esperto di apprendimento rapido e lettura veloce riesce a leggerne 1300 (al minuto) e non è tutto…

…perché è in grado di ricordare e di recuperare perfettamente tutto ciò che ha letto, ogni informazione che ha appreso.

E questa è proprio ciò che viene chiamata lettura veloce.

Ma il punto è che Jim non è nato così…supersonico, anzi.

All’età di 5 anni ha sofferto un trauma cerebrale che gli causato rallentamenti nell’apprendimento. Non andava bene a scuola e non riusciva a stare al passo con i suoi compagni. Sembrava che la sua lentezza nell’apprendimento fosse la causa dei suoi insuccessi scolastici.

Ma al college tutto è cambiato, perché proprio in quel periodo Jim ha deciso di prestare un pizzico di attenzione in più alla sua difficoltà di apprendimento.

Ha riflettuto molto sull’origine dell’imparare e ha scoperto il concetto di meta-apprendimento, ovvero dell’imparare COME imparare (qualcosa che a scuola nessuno ti mai insegnato).

Ha deciso quindi di concentrare tutta la sua attenzione, semplicemente, nell’imparare COME imparare e come trasformare il suo apprendimento in un vero e proprio SuperPotere!

Oggi la sua intelligenza è impressionante e conosciuta in tutto il mondo.

Ha fondato molte scuole per Supereroi, che insegnano alle persone come attingere dai loro naturali SuperPoteri (e non serve essere morsi da un ragno ;).

Uno di questi SuperPoteri è proprio la lettura veloce.

Ecco cos’è la lettura veloce per Jim:

La media delle persone legge circa 200-250 parole al minuto e usa dalle 3 alle 4 ore al giorno per leggere.

Se ci pensi è più di un terzo del tempo destinato al lavoro.

Se questa persona guadagna 60mila dollari all’anno, circa 20mila dollari sono pagati solo per leggere.

Ma un programma specifico può raddoppiare facilmente la velocità media di lettura di una persona (portandola fino a 400-450 parole al minuto).

E questo fa scendere le ore destinate alla lettura da 3-4 a 1 -2.

È un risparmio di circa 1 ora di tempo al giorno, e se lo moltiplichi per 365 giorni all’anno fanno 40 ore alla settimana risparmiate.

Questo significa essere produttivi e immagina cosa potresti fare con tutto questo tempo in più a tua disposizione…”

Sei sbalordito? Sì, lo siamo anche noi.

L’articolo che stai leggendo non solo ridimensiona molti dei miti sulla lettura veloce che hai sentito finora, ma ti fornisce gli strumenti per iniziare fin da adesso a, come minimo, raddoppiarla (sì hai letto bene, come minimo).

1-Leggere Velocemente NON Significa Capire Di Meno

Quando leggi, puoi dimenticarti completamente quello che hai appena letto.

Quante volte ti è capitato di dover tornare indietro e rileggere la pagina che avevi appena girato?

Tutto questo succede perché mentre leggi non ti sembra di essere concentrato.

E hai mai notato che quando ascolti qualcuno che parla molto lentamente la tua concentrazione tende a scendere?

Questo succede perché il tuo cervello combina le informazioni con le emozioni.

Quindi se ti stai annoiando (perché stai provando un basso livello di emozione) non ricorderai cosa hai appena letto.

In più se il tuo cervello non è sufficientemente stimolato, cercherà qualcosa di più divertente per tenersi occupato (ecco da dove arrivano le ‘distrazioni’) e questo non solo interromperà la tua concentrazione, ma anche la comprensione di ciò che stai leggendo.

Per questo chi legge lentamente tende ad essere meno concentrato.

E per la stessa ragione le persone che leggono velocemente possono contare su un cervello così stimolato da portare l’attenzione a livelli spaziali.

2- Fissa Il Tuo Punto Di Partenza

Prima di arrivare al cuore della lettura veloce è importante che tu conosca il tuo punto di partenza.

E per farlo puoi prendere un libro e capire quanto velocemente sei in grado di leggere.

Per farlo è sufficiente che imposti il timer (quello del telefono va benissimo) per un minuto e conti quante parole sei riuscito a leggere in questo frangente di tempo.

E se vuoi scoprire la tua velocità di lettura per minuto in modo più preciso prova ad impostare il timer a 2 minuti, quindi dividi la quantità di parole che hai letto per due.

3- Usa Un Puntatore Visuale

Questo trucco è sorprendente.

Ti ricordi quando abbiamo fatto riferimento alla capacità di tenere alta la concentrazione?

Bene, il tuo cervello (e i tuoi occhi) sono attratti dal movimento, perché è un istinto primordiale ereditato dal passato di cacciatori e raccoglitori.

Quando usi un puntatore, come ad esempio il dito o una matita facendolo seguire alle parole che stai leggendo, la concentrazione aumenta perché non stai più pensando casualmente, ma stai dirigendo l’attenzione verso le parole/informazioni.

I bambini lo fanno naturalmente e quanto è bello quel gesto?

Ti ricordi come si fa? Pensa che molti insegnanti dicono di smettere, perché la considerano una cattiva abitudine…

Se la tua domanda è: “Quale puntatore è meglio utilizzare per favorire la lettura veloce?”

La risposta è il l’indice sinistro, sì, proprio quello sinistro e ti spiego perché.

Perché quando utilizzi la tua mano sinistra stai attivando l’emisfero destro del tuo cervello.

L’emisfero destro del cervello è associato alla creatività e all’immaginazione, mentre l’emisfero sinistro è associato alle parole e alla logica.

Per molti leggere è un’abilità da…emisfero sinistro e quello destro può sentirsi abbandonato, annoiarsi e iniziare a fantasticare.

Ecco perché spesso ti distrai mentre stai leggendo!

Quindi, per mantenere il tuo emisfero destro attivo e felice usa l’indice della tua mano sinistra come puntatore mentre stai leggendo. E ricorda che in questo modo potrai anche ‘stoccare’ tutte le informazioni in un posto più sicuro, perché hai attivato entrambi gli emisferi del tuo cervello.

Niente male vero?

 

4- Riduci La Sub Vocalizzazione

La sub vocalizzazione è quella vocina che senti nella testa (può essere anche un sussurro) mentre stai leggendo.

Ricorda che sei molto più veloce a pensare che a parlare quindi, mentre parli nella testa stai automaticamente rallentando la tua velocità di lettura, quando in realtà potrebbe essere veloce tanto quanto il tuo pensiero.

Non c’è affatto bisogno che pronunci mentalmente le parole che stai leggendo per capirle, perché le puoi comprendere facilmente grazie alla vista.

So che eliminare la sub vocalizzazione può sembrarti un po’ strano e per molte persone è davvero una pratica innaturale, almeno all’inizio. Ma se ti eserciti puoi allenare il tuo cervello a ‘spegnere’ quella voce e, in questo modo, ad aumentare in modo sorprendente la tua velocità di lettura.

Ecco alcuni consigli per farlo:

  • Leggi Velocemente

Questo consiglio è molto più intelligente di quello che sembra: leggi velocemente se vuoi aumentare la tua velocità di lettura.

Se ti impegni a leggere velocemente questa abitudine ti aiuterà a ‘calmare‘ la vocina nella testa mentre stai leggendo e questo succede perché il cervello è un po’ pigro per natura e cerca sempre delle scorciatoie.

Scoprirai che il tuo cervello salta tutte quelle parole ‘riempitive‘ che non hanno un senso fondamentale nell’insieme, come d esempio ‘e’, ‘come’….

Questo è una grande passo che puoi fare per aumentare la velocità di lettura e più il tuo cervello si abituerà a parlare meno avrà voglia di farlo (abbiamo già detto che è un po’ pigro non è vero?)

  • Smetti di Muovere Le Labbra

Muovi le labbra mentre stai leggendo?

Beh, se vuoi aumentare la tua velocità di lettura devi cercare di smettere questa abitudine.

Questo perché muovere le labbra mentre stai leggendo ti fa perdere molto tempo, e se proprio non ci riesci, per i primi tempi prova a masticare un chewing gum o a tenere qualcosa in bocca, fidati, funziona.

  • Ascolta Della Musica

La musica senza parole come ad esempio la classica o i toni binaurali sono ottimi per aumentare la tua velocità di lettura. Anche la musica barocca è perfetta perché suona con 60 battiti al minuto che è la stessa velocità con cui batte il tuo cuore e ti aiuta a creare un sereno stato mentale.

E la musica è un grande aiuto anche perché ti aiuta a minimizzare il suono fastidioso della sub vocalizzazione.

Bene, ora che hai scoperto quali sono i 4 consigli per imparare la lettura veloce puoi metterli in pratica fin da subito.

Fai un test iniziale (con il timer come ti ho spiegato prima) quindi esercitati per un paio di giorni e ripeti il test per vedere a che punto sei con la tua lettura veloce.

via Omnama